L’Agropoli più bella della stagione

Santosuosso l’aveva detto alla vigilia: “L’Agropoli sta bene”. Capozzoli invece aveva promesso una vittoria alla piazza. Entrambi non hanno mentito nel pomeriggio del “Guariglia” nel quale è arrivato il Manfredonia (10 punti in classifica, solo 1 in trasferta). I pugliesi alla fine si sono rivelati squadra non da trasferta ma i meriti maggiori vanno senza dubbio alla miglior Agropoli della stagione.

La miglior Agropoli per tanti motivi, in primis quello caratteriale perché i delfini sono scesi in campo con la voglia matta di vincere questa partita e scacciare via anche delle critiche eccessive. Come non citare inoltre un’ottima tenuta fisica ancor prima dell’aspetto tecnico tattico. Il lavoro del prof. Bergamo sta dando i suoi frutti perché la squadra sembra avere sempre fiato nei polmoni, un plauso dunque anche a chi spesso sta in disparte ma che invece molte volte dovrebbe essere elogiato per primo. L’emblema del suo lavoro è proprio Aliperta, arrivato in pessime condizioni fisiche il capitano oggi è stato un calciatore superlativo (doppietta a parte, ora nuovo capocannoniere della squadra). Inoltre ha giocato tutti i minuti di questa stagione sintomo, evidente, di chi sta bene fisicamente e mentalmente.

Gli altri singoli da citare sono i soliti. Capozzoli, a tratti nelle vesti di show man per quanto diverte il pubblico. Donato però è anche cinico e oggi ha messo a segno il suo terzo gol stagionale (agganciando Cherillo a 3 gol in stagione). Menzione speciale anche per Lupo, qualità e quantità volendo essere retorici. Bene anche Cherillo e il solito Ferrara (ragazzo classe ’99 che gioca da veterano). Ingiuste le critiche a Tiboni, ci sta che un calciatore sbagli un rigore, lo diceva pure De Gregori. Alla fine l’Agropoli vince anche grazie alle sue giocate e oggi, come nelle altre partite, il suo lavoro è stato fondamentale.

A chi invece aveva storto il naso per le due sconfitte contro le prime due della classe c’è davvero poco da dire. Santosuosso questo pomeriggio li ha mandati via con la testa bassa, costretti al silenzio… Sarà per la prossima volta.

Il commento a fine gara:

Enrico Serrapede

Co-ideatore di AgropoliSportMag, redattore presso Ubitennis e Cronache del Salernitano. Agropolese, chiaramente, marito e padre felice. 

Rispondi