Agropoli, cinquina al Ciampino per sperare ancora

Dopo dieci turni l’Agropoli torna alla vittoria, era precisamente il 22 gennaio giorno del derby del Cilento. A tanto risaliva l’ultima vittoria dei delfini. Derby tra l’altro che aveva dato grandissime speranze di salvezza all’Agropoli. Da quel giorno però, fino a questo 9 aprile, sono cambiate moltissime cose. In primis il cambio in panchina e inoltre la posizione di classifica che, a oggi, vede l’Agropoli quasi retrocessa matematicamente.

Le cinque reti infatti sono buone solo per far morale, arrivate inoltre contro il fanalino di coda Ciampino. A Sorianiello serve sempre un miracolo perchè la classifica rimane difficilissima da scalare. I delfini hanno due possibilità ancora per potersi giocare il playout. La prima, quasi utopistica, è tornare a un massimo di sette punti dalla sestultima. Oggi sarebbe l’Anzio, distante però undici lunghezza (giovedì si gioca Anzio-Agropoli). La seconda invece, più fattibile, è superare il Madrepietra per giocarsi il playout con la quintultima ovviamente evitando anche qui di finire sopra le sette lunghezze. Sono, come detto, scenari ancora possibili ma estremamente difficili da attuare a sole quattro giornate dal termine. Oltre tutto in queste quattro partite che ci separano dal termine della stagione i cilentani giocheranno tre trasferte (Anzio, Nocera e Bisceglie) e un solo turno casalingo (Madrepietra). Altra componente che non fa ben sperare, ma l’ultima parola non è comunque detta…

Dopo i calcoli di rito, spazio alla gara del pomeriggio. Gara ben approcciata dall’Agropoli che già nel primo tempo ha chiuso la pratica. Vittoria arrivata inoltre nonostante l’assenza di Cherillo, bomber di squadra, prontamente rimpiazzato (per una volta) da Tiboni autore di una doppietta. Si rivede al gol anche Capozzoli, anche per lui doppietta mentre il pokerissimo è stato siglato da De Lucia. Nel recupero la rete della bandiera dei laziali.

AgropoliSportMag

Contenuto frutto della redazione di AgropoliSportMag

Rispondi