Della Luna, 7: Non può nulla sul calcio di rigore calciato da Troiano, anzi intuisce anche la traiettoria. Bravissimo invece sulla punizione dal limite nel primo tempo e sul colpo di testa che poteva dare il vantaggio alle zebrette.

Gullo, 6: E’ lui che atterra Troiano per il calcio di rigore. L’attaccante è bravo a cercarsi il l’estrema punizione ma il difensore dei delfini è ingenuo a fare il suo gioco. Errore a parte la sua partita è ottima sia in fase difensiva che in quella di impostazione. Dal 69′ Hutsol, 6: Prende il posto del compagno di squadra e fa il suo stesso compito.

Pappalardo, 6: Spinge meno di Gullo, la sua è una partita molto statica ma da quel lato l’Agropoli non soffre mai.

De Rosa, 7,5: Il migliore in campo, giocatore sprecato per l’Eccellenza e perfino per la Serie D. Detta ritmi e tempi dell’Agropoli, per la prima volta titolare al posto di Santonicola.

Iommazzo, 8: Non potrebbe essere altrimenti, la sua doppietta stende la Battipagliese. Il difensore si veste da bomber e regala il derby ai tifosi.

Giura, 6,5: Non è decisivo come il suo compagno di reparto ma tutto sommato non fa rimpiangere l’assenza di Pascuccio.

Capozzoli, 7: Solita spina nel fianco, questa volta è meno incisivo ma, come sempre, senza di lui l’Agropoli sarebbe un’altra squadra. Santosuosso lo conosce bene e prepara una gabbia su di lui che il primo tempo viene praticamente triplicato ogni volta che prende palla.

Natiello, 6,5: Altra partita di sostanza per il centrocampista ex Rionero. Corre e si danna per tutti i novanta minuti, utile alla causa. Dal 79′ D’Attilio, sv: altri dieci minuti nella gambe, nulla più.

Maione V., 5,5: L’unica insufficienza di una domenica gloriosa per l’Agropoli. E’ in giornata no, nonostante qualche buona giocato. Non fa niente ci pensano gli altri a fare quello che di solito fa lui. Sul finale sbaglia anche un calcio di rigore. Dall’84’ Maione P. sv. 

Guadagno, 7: Altra prestazione sopra le righe per il piccolo fenomeno dei delfini. Sempre più padrone del suo ruolo in campo e nell’economia di tutta la squadra.

Apicella, 6: Poche folate nel primo, ma la squadra lo cerca poco focalizzando le azioni molto sulla destra. Dopo cinque minuti del secondo tempo la solita staffetta con Toledo. Dal 50′ Toledo, 6,5: Serve l’assist per il nuovo vantaggio dell’Agropoli e crea scompiglio nella retroguardia bianconera.

All. De Cesare, 8: Esordisce in panchina dopo la lunga squalifica. La squadra corre per novanta minuti, soffre e vince di carattere. I meriti sono tutti i suoi.