Agropoli strepitosa, Sorrento distrutto e agganciato

Una presentazione superlativa dell’Agropoli che supera il Sorrento con una superiorità quasi imbarazzante, non è infatti bastato ai costieri l’aiuto dell’arbitro che nel primo tempo ha fatto di tutto pur di farli pareggiare. A decidere la gara un Maione superlativo con una doppietta e il solito Capozzoli, partito dalla panchina, con una perla all’incrocio dei pali. Non staremo qui a commentare le scelte del tecnico, perché non è nostro costume innanzitutto, ma soprattutto perché preferiamo come sempre far parlare il campo. E qui però una vena autoreferenziale dovete concedercela, l’avevamo detto alla vigilia che i calciatori più decisivi di questo campionato erano loro e guarda caso proprio loro hanno deciso la partita più importante della stagione. Nessuna simpatia, non credete alle chiacchiere, se ne fanno tante (e se ne faranno tante). Oggi è il giorno di questi ragazzi, di Spicuzza, di Pascuccio, di Lopetrone partita eccezionale da tutti e tre, ma come del resto di tutta la squadra. È stata la partita dei tifosi, stratosferici, che dopo anni grigi hanno spinto la squadra alla vittoria. Gran parte della vittoria è anche la loro. Oggi ha vinto Agropoli e gli agropolesi, qualcuno ha perso, non solo a Sorrento ma d’altronde quando si parla solo per dar aria alla bocca è difficile che non finisca in questo modo.

Domenica scontro casalingo contro il Valdiano con un occhio a Virtus Avellino – Sorrento. Ci sono ancora novanta minuti, può succedere di tutto.

Enrico Serrapede

Co-ideatore di AgropoliSportMag, redattore presso Ubitennis e Cronache del Salernitano. Agropolese, chiaramente, marito e padre felice. 

Rispondi