Agropoli, è ora di riprendere a vincere: Domenica arriva il Costa d’Amalfi

D’Attilio (ph: Carol Violante)

Dopo ben tre sconfitte consecutive l’Agropoli non può più permettersi passi falsi. Basta polemiche, basta magoni e basta processi, ora la palla deve passare nuovamente al campo dove la squadra di mister Esposito si sta allenando duramente per porre fine alla crisi di risultati che l’hanno trascinata al terzo posto. Nulla è perduto, soltanto due punti separano l’Agropoli dal San Tommaso (capolista) e una vittoria contro il Costa d’Amalfi potrebbe rialzare il morale della squadra per ricominciare a combattere. L’infermeria pian piano si sta svuotando, Natiello potrebbe rientrare in campo o partire dalla panchina, mentre il portiere Capone dovrà scontrare l’ultima di due giornate di squalifica. Ancora KO il difensore Russo e l’attaccante Limatola, mentre l’allenatore avrà nuovamente a disposizione capitan Capozzoli che nella sfida contro l’Eclanese fece parte degli squalificati. Con molta probabilità Domenica ore 15, stadio “Guariglia”, l’Agropoli si giocherà le ultime carte per sperare ancora nella vittoria del campionato che è ancora pienamente alla portata. Sulla formazione che l’allenatore metterà in campo vige assoluto riserbo, tuttavia la squadra è carica e pronta a dare il massimo per non deludere il proprio pubblico.

 

Osvaldo Ferullo (ph: Michele Abbagnara)

Il Costa d’Amalfi, inizialmente costruito per un campionato tranquillo, è una delle migliori rivelazioni di questo campionato. Allenato dall’ex allenatore in seconda dell’Agropoli nella seconda parte della stagione agli ordini di mister Olivieri, Ferullo, il Costa d’Amalfi è attualmente presente nella griglia playoff. Reduce da un momento poco positivo, la formazione di Ferullo verrà ad Agropoli anch’essa a cercare riscatto e tentare di rientrare nella lotta con le prime della classe. In 26 partite la squadra di Maiori ha conquistato ben 42 punti, frutto di 11 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte. Il Costa d’Amalfi dispone di un buon attacco ed una difesa equilibrata (36 gol fatti e 23 subiti). Gli ottimi risultati sono frutto di un lavoro certosino dello staff dirigenziale e tecnico che ha saputo trovare un ottimo connubio tra esperti calciatori over e un manipolo di under molto promettenti. Tanti i calciatori pericolosi da tenere sott’occhio: l’ex Agropoli Apicella, Cestaro, Marino, Lettieri, Marseglia, Mascolo e tanti altri giovani pronti a dare il massimo pur di tenere la squadra ad alti livelli.

Francesco Nettuno

giornalista innamorato di Agropoli e dell'Agropoli

Rispondi