La prova del nove

Contrasti, scetticismo, discussioni. Tutto, adesso, potrebbe andare da parte. Come? Semplice, con il calcio giocato. Taccone è stato aspramente criticato, forse troppo perchè è sempre giusto valutare tutte le posizioni (anche se le critiche non erano campate in aria). Ora però la società ha una grandissima chance: il derby con la Gelbison. Mancano poco più di undici giorni alla partita e come ci arriverà l’Agropoli sarà un buon banco di prova per la nuova società. La squadra ancora non c’è, il mister oggi ha preso possesso del ritiro ma aspetta ancora i giocatori. Al momento quasi tutti under e nessun giocatore di categoria. In dieci giorni non si fanno i miracoli ma adesso la nuova società è chiamata a farli. Andare a Vallo a prendere una clamorosa scoppola sarebbe il secondo grande fallimento della stagione dopo il ritiro di Siano. Taccone ha detto di fidarsi e l’amministrazione si è fidata, i tifosi sono stati costretti a fidarsi. Adesso però è arrivato il momento di ripagare la fiducia soprattutto di Cerruti e dell’amministrazione. Il derby non è una partita come le altre, sappiatelo…

Enrico Serrapede

Co-ideatore di AgropoliSportMag, redattore presso Ubitennis e Cronache del Salernitano. Agropolese, chiaramente, marito e padre felice. 

Rispondi